I 5 MIGLIORI ANTIVIRUS GRATUITI DEL 2018

Proteggi il tuo computer Windows con un programma antivirus gratuito

Un buon programma antivirus è indispensabile alla messa in sicurezza del sistema e soprattutto non lo si deve pagare per ottenere una buona protezione. Di seguito, la nostra selezione dei cinque migliori programmi di antivirus gratuiti, scaricabili per Windows da oggi.

Tutti questi programmi eseguono l’aggiornamento automatico, sono sempre in esecuzione per assicurare la protezione dei propri file contro il malware e per garantire la tutela delle informazioni personali, inoltre sono in grado di effettuare le scansioni ogni qualvolta ce ne sia la necessità. Continue reading “I 5 MIGLIORI ANTIVIRUS GRATUITI DEL 2018”

La patch di Microsoft sta dando problemi con gli anti-virus

 Alcuni dei maggiori software antivirus sono stati forzati a riconfigurare i loro programmi dopo che Microsoft ha rilasciato una patch che ha cambiato la propria architettura dei processi, dicono gli esperti del settore di CyberScoop.

In risposta alle vulnerabilità “Spectre” e “Meltdown”, che colpiscono praticamente ogni chip creato dal 1995, Microsoft ha immediatamente offerto una patch software che previene gli attaccanti dall’utilizzo di queste falle.

Microsoft, come i produttori di chip, sapeva di queste vulnerabilità da mesi. Comunque, l’azienda è stata una delle tante a lavorare ad una soluzione sotto uno stretto embargo. Durante questo periodo, Microsoft ha sviluppato un aggiornamento software adeguato che risolvesse il problema. Comunque, a causa dell’embargo, molte aziende di sicurezza informatica sono state lasciate all’oscuro; interamente inconsapevoli che Microsoft e le aziende dei chip stessero lavorando al problema.

Questo errore nella coordinazione sta attualmente causando mal di testa alle aziende di sicurezza.

L’aggiornamento di emergenza di Microsoft cambia il modo in cui il sistema operativo processa i dati a livello kernel. I processi a questo livello possono avvenire quando ad un programma vengono dati alti privilegi. La maggior parte dei motori antivirus funzionano a livello kernel perchè il software richiede largo accesso al sistema, permettendo al programma di scansionare file, scoprire malware ed occasionalmente eliminare alcuni codici dal computer.

L’aggiornamento di Microsoft causa dei crash spontanei ad alcuni software antivirus perchè non sono ancora compatibili con il sistema. In questo scenario, un errore di sistema fatale in una finestra blue, conosciuta come “blue screen of death”, apparirà sullo schermo. La schermata rende il computer inutilizzabile fino al riavvio.

Kevin Beaumon, un ricercatore di sicurezza indipendente, ha tracciato quli programmi anti-virus si siano adattati all’aggiornamento di Microsoft. Secondo la sua lista, alcuni prodotti anti-virus, tra cui Carbon Black e BitDefender, restano incompatibili.

La soluzione di Microsoft alla schermata blu riguarda una chiave di registro tra la compagnia di Redmond-Wash ed ogni prodotto antivirus. In pratica, se un computer sta usando un antivirus che non ha una chiave di registro approvata da Microsoft, allora la patch di Windows non sarà applicata.

L’idea è di evitare l’aggiornamento di Microsoft, ma significa anche lasciare l’utente vulnerabili a Spectre o Meltdown nel breve termine.

Una volta che le aziende antivirus avranno fatto le modifiche, possono aggiungere una chiave di registro che Microsoft validerà. Con la giusta chiave di registro, l’aggiornamento di Microsoft sarà applicato regolarmente.

CyberScoop ha raggiunto vari produttori antivirus per alcuni commenti ed aggiornerà questa storia con più informazioni appena saranno disponibili.

Il tuo antivirus sta bloccando la Patch di Microsoft?

 La patch di Microsoft per le vulnerabilità Meltdown e Spectre non sta arrivando ai PC con antivirus di terze parti incompatibili perchè il fix potrebbe attivare un errore.

Non tutti i computer Windows stanno ricevendo la patch di Microsoft per correggere le vulnerabilità “Meltdown” e “Spectre”. Il problema? Alcuni antivirus di terze parti vanno in conflitto con il fix. Mercoledì, Microsoft ha iniziato a rilasciare la patch, ma con un importante avvertimento, l’aggiornamento arriverà solo sui computer che hanno un software antivirus compatibile. Tutti gli altri computer attualmente vanno meglio senza il fix, perchè l’aggiornamento potrebbe innescare errori, tra cui il Blue Screen of Death.

Microsoft sta lavorando con le aziende antivirus per risolvere il problema. Solo un “piccolo numero” di prodotti vanno in conflitto con la patch, ha detto l’azienda, ma non li ha nominati.

Nel frattempo, l’esperto di sicurezza Kevin Beaumont ha compilato una lista di prodotti di sicurezza che possono utilizzare la patch con successo, che include software antivirus tra i migliori.

La patch di Microsoft è progettata per correggere due serie falle di progettazione nei chip dei computer che possono essere usate per rubare dati sensibili dal tuo PC. Per qualche mese, le maggiori case produttrici hanno silenziosamente sviluppato delle tutele contro le vulnerabilità sotto uno stretto embargo. Ma le novità della falla diffuse questa settimana, hanno forzato le aziende ad affrettarsi per verificare che i loro prodotti funzionassero con il fix.

Aziende tra cui Bitdefender, McAfee e Trend Micro dicono che stanno ancora testando il secutiry update di Microsoft, ma alcune versioni dei loro software sono pronte. Per ricevere la patch di Microsoft, un antivirus deve settare una chiave de registro di Windows sul computer.

Per ora, alcune aziende hanno deciso di aspettare a settare automaticamente quella chiave finchè non hanno fatto ulteriori test.

Per scaricare la patch di Microsoft per conto tuo, devi settare manualmente la chiave di registro di Windows sul tuo computer. Microsoft ed i venditori di antivirus hanno pubblicato istruzioni su come farlo, ma modificare in modo sbagliato il Registro di Windows può causare seri problemi, perciò procedi con cautela.

Per ulteriori informazioni su come proteggerti dalle vulnerabilità Meltdown e Spectre, controlla la spiegazione di PCMag. Gli utenti Windows 10 possono vedere gli aggiornamenti installati andando nell’app Impostazioni. I numeri della patch per il fix di Microsoft si trovano quì.

Per ricevere tutte le protezioni, è consigliato che gli utenti installino le nuove patch dai produttori software ed hardware quando arrivano.

Come controllare se il tuo antivirus Windows bloccherà il fix di Microsoft’s per Meltdown-Spectre

In precedenza vi abbiamo mostrato tutto ciò che dovete fare per patchare i vostri dispositivi mobili ed altri computer contro la vulnerabilità Meltdown-Spectre che permetterebbe ai malware di rubare dati sensibili come le password a vostra insaputa.

Abbiamo parlato dei sistemi operativi più importanti, tra cui Android, iOS, Linux, macOS e Windows, dato che tutte le aziende che usano chip Intel, ARM ed AMD hanno fretta di patchare i propri dispositivi.

Abbiamo sottolineato un importante problema riguardante i dispositivi Windows, ma sfortunatamente, sembra che le soluzioni di Microsoft non se la cavino bene con alcuni software antivirus, e potresti incappare in conseguenze non volute.

Naturalmente, devi assicurarti che i software antivirus non blocchino gli aggiornamenti Windows che dovrebbero sistemare il difetto di Meltdown e Spectre. Microsoft ha un documento di supporto sulla sua pagina, ma potrebbe non bastarti come aiuto, dato che non fa la lista dei software antivirus che non accettano l’aggiornamento. Il ricercatore di sicurezza Kevin Beaumont ha creato un elenco pubblico che ti permette di tracciare il progresso dei produttori di antivirus, riporta ZDNet.

Ovviamente, le aziende antivirus aggiungeranno supporto per la patch di Microsoft che è uscita il 3 gennaio. Comunque, alcuni potrebbero non avere gli aggiornamenti pronti per la release di Microsoft. Nel caso tu non veda gli utlimi aggiornamenti sul tuo dispositivi, semplicemente significa che il tuo software antivirus potrebbe non essere compatibile ancora.

Da tempo, antivirus come Avast, Avira, EMSI, ESET, F-Secure, Kaspersky, Malwarebytes e Symantec hanno prodotti che sono pienamente compatibili con la patch. Altri, tra cui CrowdStrike, Endgame, McAfee, SentinalOne e Trend Micro sono compatibili, ma hanno bisogno che gli utenti impostino manualmente le chiavi di registro per evitare problemi.

Alcuni prodotti da Trend Micro, Symantec ed altri potrebbero incappare in alcuni problemi,alcuni richiedono interazioni manuali, mentre altri funzionano già, spiega ZDNet. Tieni d’occhio la lista quì sotto se il tuo computer Windows non riceve l’aggiornamento. Un’alternativa è cambiare il tuo antivirus se il problema persiste oltre il 9 Gennaio, che era la data originale per il rilascio della patch di Microsoft.

Gestire la Tua Identità su Facebook con la Tecnologia Face Recognition

Oggi stiamo annunciando nuovi strumenti opzionali per aiutare le persone a gestire meglio la propria identità su Facebook utilizzando il riconoscimento del volto. Attivate dalla stessa tecnologia che abbiamo usato per suggerire i “tag” degli amici nelle foto o nei video caricati, queste nuove funzionalità consentono di reperire le foto pubblicate a tua insaputa, dove non sei taggato,  e ti aiutano a rilevare eventuali tentativi da parte di estranei nell’utilizzo della tua immagine come immagine del loro profilo. Stiamo anche introducendo un modo per le persone che sono ipovedenti per saperne di più su chi è nelle foto che trovano  su Facebook.

Gli utenti ci hanno comunicato che avrebbero trovato più facile gestire il riconoscimento facciale attraverso una semplice impostazione, quindi stiamo abbinando questi strumenti con un singolo controllo “on/off”.Se l’impostazione dei vostri suggerimenti di tag è attualmente impostata su “Nessuno”, l’impostazione predefinita per il riconoscimento facciale sarà impostata su “off” e rimarrà tale fino a quando non si deciderà di modificarla.

Essere informati quando delle foto, che ti ritraggono, appaiono su Facebook

Ora, se sei in una foto e fai parte del pubblico per quel post, ti notificheremo, anche se non sei stato taggato. Hai il controllo della tua immagine su Facebook e puoi scegliere se taggare te stesso, lasciarti senza tag, o raggiungere la persona che ha postato la foto se nutri dubbi in proposito. Noi rispettiamo sempre le impostazione di privacy selezionate dalle persone quando si posta una foto su Facebook (nel caso si tratti di  amici, un pubblico o di un pubblico personalizzato), pertanto non perverrà nessuna notifica se non fai parte di quel pubblico.

Sicurezza della Foto di Profilo

Desideriamo che le persone si sentano al sicuro nel momento in cui pubblicano foto di loro stessi su Facebook, quindi inizieremo presto ad usare la tecnologia di riconoscimento del volto per poter informare  le persone se la loro foto viene caricata da qualcun altro come immagine del profilo. Stiamo facendo questo per evitare che avvengano su Facebook dei furti d’identità

Nuovi Strumenti per Persone con Problemi Visivi   

Stiamo sempre lavorando affinché tutte le persone, indipendentemente dalle loro possibilità, riescano, agevolmente, ad accedere a Facebook, effettuare connessioni e avere maggiori opportunità. Due anni fa, abbiamo lanciato uno strumento automatico alt-text  da cui esce fuori un testo che descrive le foto per le persone con perdita di visione. Ora, con il riconoscimento del volto, le persone che usano gli “screen reader” (lettori di schermo) sapranno chi appare nelle foto nei loro feed di notizie, anche se le persone non sono taggate.

Come Funziona e le Scelte a Tua Disposizione

Dal 2010, la tecnologia del riconoscimento del volto ha contribuito a ravvicinare le persone fra loro su Facebook. La nostra tecnologia analizza i pixel nelle foto che sei già taggato e genera una serie di numeri che definiamo un “template”. Quando le foto e i video vengono caricati sui nostri sistemi, confrontiamo tali immagini con il modello di template.

Puoi controllare se Facebook può riconoscerti nelle foto e video. Presto, si inizierà a vedere un semplice comando di on/off anziché usare delle impostazioni per le singole funzionalità che utilizzano la tecnologia di riconoscimento del volto. Abbiamo concepito questa opzione con un comando on/off perché gli utenti ci hanno comunicato che preferiscono un controllo più semplice anziché dover decidere per ogni singola funzione che utilizza la tecnologia di riconoscimento del volto. Per ulteriori informazioni su tutte queste funzionalità, visita il Help Center oppure verifica le impostazioni del tuo account.Stiamo introducendo queste nuove funzioni nella maggior parte dei territori, tranne il Canada e l’Unione Europea dove attualmente non offriamo la tecnologia di riconoscimento del volto.

I Migliori Antivirus 2018

Molti utenti Windows credono di non dover pagare per il software antivirus, mentre molti utenti Mac e Android pensano di non aver bisogno di alcuna protezione. Il profilo molto più alto di Windows lo rende il bersaglio principale, ma la verità è che anche OS X/MacOS e Android sono ugualmente vulnerabili al malware.

Crediamo che valga la pena pagare per il software antivirus Windows, perché anche il miglior antivirus gratuito esclude le funzioni di protezione che consideriamo essenziali. Non è necessario spendere molto: molti prodotti antivirus sono venduti online a prezzi di molto scontati rispetto a quelli di listino. Gli utenti Mac e Android hanno altre opzioni: alcuni dei nostri prodotti Antivirus preferiti per Mac non costano nulla, e la maggior parte delle applicazioni di sicurezza Android dispongono di versioni gratuite.

Ultimi allarmi e minacce alla sicurezza

— Sono stati riscontrati difetti di sicurezza nel router gateway Huawei HG532 DSL, i quali potrebbero consentire ai singoli router di essere inseriti in una rete bot simile a quella che ha eliminato grossi blocchi di Internet nell’ ottobre 2016. CONSIGLIO: se si dispone di questo modello di router, o qualsiasi router, modificare il codice amministrativo predefinito di fabbrica del pass code in qualcos’altro. Continue reading “I Migliori Antivirus 2018”